02 70103290
info@greenservice.it
wreath-1081973_1920

GIARDINAGGIO, LIFESTYLE

Creare una ghirlanda di Natale con le piante del giardino

12 Dic , 2017  

Le ghirlande sono senz’altro tra le nostre decorazioni natalizie preferite e un bellissimo simbolo da appendere alla porta di casa e alle pareti. Sono legate al Natale ed alle festività, ma anche al mondo della Natura e alla celebrazione dell’arrivo dell’inverno. In più, possono essere create a costo quasi zero grazie al riciclo creativo.

Sarà semplice creare un centrotavola oppure una ghirlanda per la porta d’ingresso in casa utilizzando un anello di gommapiuma (acquistato in un centro fai-da-te) e rametti di fogliame misto del giardino. In alternativa potremo utilizzare anche una tortiera con un foro nel mezzo ricoperta di uno strato di gommapiuma in fogli.

Le varietà da scegliere per la ghirlanda di Natale

La Skimmia reevesiana è un arbusto che spesso abbiamo nel  giardino: essa produce bacche abbondanti e fiori a dicembre, e poiché spesso l’agrifoglio è avaro di bacche possiamo senz’altro usare  quelle della Skimmia per accompagnare i suoi rametti.

Se mancano materiali vegetali in giardino, potremo anche usare qualche  rametto inferiore dell’albero di Natale tagliandoli  in modo da creare una base, sulla quale poi  di aggiungere rametti di bosso, di edera, di heuchera, di choisya, di tasso e qualsiasi altra cosa che sia proporzionato e disponibile nel nostro giardino.

Insieme alle bacche che potremmo avere in giardino, aggiungiamo alcune fette d’arancia essiccate e magari una bacchetta di cannella, per un tocco in più anche di profumo!

Un’altra pianta del nostro giardino facilmente utilizzabile per le decorazioni è  l’edera, che tra l’altro è probabilmente la più preziosa perché è sempre disponibile, in ogni stagione. Per un centrotavola economico ma accattivante possiamo posizionare i gambi di edera in un vaso a tema natalizio o di colore rosso ed  infilare qualche anemone multicolore oppure una stella natalizia (Poinsettia) per un effetto immediato.

Print Friendly

La redazione di Greenservice.it By


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *