02 70103290
info@greenservice.it
amaryllis-3001669_1280

GIARDINAGGIO, VERDE PENSILE

Guida alla coltivazione dell’Amaryllis

13 Nov , 2018  

Uno dei bulbi più facili e gratificanti da coltivare è l’Amaryllis. Produce vistose fioriture che aggiungono un tocco unico al tuo giardino o a casa. I fiori di Amaryllis attirano l’attenzione ma sono facili e poco impegnativi da coltivare: tutto quello che devi fare è piantare i bulbi, innaffiarli e aspettare.

La cura dell’Amaryllis
Originariamente provenienti dal caldo tropicale del centro e sud America, gli Amarillys hanno bisogno di calore per esibirsi bene, producendo grandi fiori estivi. Entro circa sei settimane dall’impianto produrranno un gambo alto con tre o cinque grandi fiori a forma di tromba. Quindi, man mano che questi si attenuano, compariranno altri fiori. Inoltre, se ti prendi cura di loro, continueranno a fiorire per anni poiché i loro bulbi hanno una durata sorprendentemente lunga. Perfetti per i vasi, gli Amaryllis creano anche eccellenti bordure e possono essere piantati in gruppi in un luogo caldo ma riparato e semi-ombreggiato nel giardino.

Queste piante variano in dimensioni da 30-50 cm di altezza. Le dimensioni dei loro fiori, che possono essere singoli o doppi, spaziano  a seconda della varietà di 6 cm  fino 16 cm di diametro. I colori includono tonalità di rosso, bianco, limone e rosa; molti hanno striature contrastanti.

Quando acquistare i bulbi di Amaryllis
Acquista dal mese a novembre bulbi indenni, “dormienti”, senza muffa e non intaccati e piantali prima che inizino a germogliare. Se si vuole gestire il tempo di fioritura – per un’occasione speciale o per un’esposizione continua –  si possono mettere i bulbi all’inizio della stagione sul fondo del frigorifero per ritardarne la crescita. Conservare in sacchetti di carta (non di plastica).

Una volta rimossi dal freddo e interrati, cominceranno a crescere e fioriranno 6 settimane dopo essere stati piantati. Per i fiori a Natale, piantare i bulbi nella prima settimana di novembre.

Come piantare i bulbi di Amaryllis nel vaso
Pianta i bulbi in vasi da 20 cm di diametro, oppure raggruppali in un contenitore più grande o allineali in un recipiente lungo; distanzia sempre i bulbi di almeno 20-30 cm. Utilizza un terriccio di buona qualità e drenante. Ottimo un terriccio con  2/3 di terra e 1/3 di sabbia con un pH di 6; evita il letame fresco e la corteccia di pino. Assicurati che i fori di drenaggio nel contenitore non si ostruiscano e non lasciare mai che il contenitore abbia un fondo con acqua perché il terreno umido inibisce la crescita delle radici. Per piantare i bulbi, tienili sopra il contenitore con le radici distese. Gradualmente alloggiali nel terreno rimescolandolo in modo che collo e parte superiore del bulbo restino sopra il terreno. Rassoda e innaffia con parsimonia. Una volta noterai una nuova crescita, innaffia di nuovo con acqua non fredda e mantieni il terreno appena umido.
Per coprire il terreno dei contenitori si possono utilizzare ciottoli o muschio. Posiziona i vasi in un luogo caldo, ma semi ombreggiato. Troppa poca luce produrrà foglie allungate e potrebbe portare alla mancata fioritura dell’anno successivo.

La cura della fioritura dell’Amaryllis
Per garantire la fioritura negli anni successivi rimuovi ogni fiore quando appassisce. Concima ogni due settimane con un fertilizzante per piante a  bulbo o un fertilizzante  a lenta cessione come Vigor Liquid
biostimolante a base di acidi fulvici con la capacità di rendere maggiormente disponibili e assimilabili gli elementi nutritivi.

VIGOR-LIQUID-1-KG

Alla fine dell’estate, irriga meno: ciò consentirà al bulbo di entrare in periodo di riposo: le foglie ingialliranno e moriranno. Se coltivati in giardino i bulbi possono essere lasciati nel terreno mentre sono dormienti, a condizione che si abbia un buon  drenaggio libero e che le temperature non scendano sotto lo zero in inverno. Se coltivati in piccoli contenitori, posare i vasi su un lato per tre mesi, per permettere ai bulbi di riposare. Risollevare i vasi in primavera, estrarre i bulbi e rinvasarli in terriccio nuovo.

Risoluzione dei problemi dell’Amaryllis
Steli troppo lunghi e fiori che cadono potrebbero essere il risultato del fatto che la pianta non riceve abbastanza luce, è stata troppo irrigata o esposta a temperature troppo basse. L’anno seguente, posiziona il tuo Amaryllis in vaso in una posizione più esposta al sole, più calda, irriga meno e prova a ruotare il contenitore ogni pochi giorni. Raccogli a mano le lumache o altri insetti che attaccano l’Amaryllis, come il bruco nero o giallo o il bruco del giglio, che mangiano le foglie e i fori. Eventuali macchie rosse sulle foglie sono solitamente causate da un fungo di nome  Stagonospora curtisii: prova a tagliare la parte interessata della foglia non appena segni i segni di questa malattia.

Print Friendly

La redazione di Greenservice.it By


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *