02 70103290
info@greenservice.it
minigarden

GIARDINAGGIO, ORTO IN TERRAZZO, ORTO URBANO, VERDE PENSILE

Guida all’uso dei vasi per il verde verticale sul terrazzo

 

Per qualcuno l’orto verticale è una necessità imposta dalla mancanza di spazio, per altri è invece una chiara scelta progettuale. In effetti un orto verticale è una soluzione per rinverdire e caratterizzare una parete nuda o per creare un attrattore di sguardi in un terrazzo che ne sarebbe altrimenti privo.

Tuttavia, inutile nasconderlo, buona parte di coloro che realizzano un orto verticale lo fa per ottimizzare gli spazi a disposizione. Le soluzioni utilizzate per questa particolare tipologia di coltivazione sono molte.

Soluzioni fai-da-te per il verde verticale

C’è chi sfrutta vecchi pallet, ponendoli verticalmente e rivestendoli di un tessuto non tessuto o di un materiale plastico forato in modo da contenere il substrato di coltura garantendo al contempo lo sgrondo delle acque. I bancali andranno poi assicurati a un muro per evitarne il ribaltamento ed eventualmente verniciati per rendere più allegro il nostro spazio all’aperto.

Un’altra soluzione è costituita da fioriere poste a cascata, dove alla base c’è una fioriera lunga e bassa sovrastata da fioriere di minori dimensioni, tipo balconette, fissate al muro tramite, per esempio, i classici portavasi da ringhiera.

Gli amanti del riciclo vedranno con favore gli orti verticali basati sul sistema cosiddetto PET tree. Bottiglie o altri contenitori plastici svuotati, invece che essere avviati al tradizionale riciclo, possono essere impiegati come vasi all’interno dei quali far crescere le nostre piante. Devono essere tagliati e sagomati per permettere l’alloggiamento degli ortaggi nonché per garantire il drenaggio. Di solito questi sistemi, realizzati in modo amatoriale, prevedono che l’irrigazione dei vasi sottostanti derivi dalle acque in uscita dai contenitori posti più in alto. Una modalità ingegnosa per contenere il consumo di acqua che, tuttavia, potrebbe favorire l’accumulo di salinità a livello del substrato di coltivazione con tutte le conseguenze negative del caso. In presenza di un elevato contenuto di sale, infatti, le piante entrano in stress osmotico con le radici che avranno difficoltà ad assorbire l’acqua.

I vantaggi dei vasi per il verde verticale

Tutte le possibilità sopraelencate, ovviamente, richiedono una buona manualità e non sono esenti da controindicazioni riguardanti soprattutto l’impianto di irrigazione. Per questo motivo, sarebbe sempre meglio optare per soluzioni tecnologiche studiate ad hoc che prevengono i problemi legati alla perdita di substrato e all’accumulo di sali.

I vasi per orto verticale possono essere utilizzati per la coltivazione di quasi tutti gli ortaggi, con l’esclusione di piante perenni come i carciofi e gli asparagi che richiedono molto spazio. In particolare, sono l’ideale per la coltivazione di fragole, frutto tanto delicato se a contatto con il terreno, quanto amato soprattutto dai più piccoli, a maggior ragione se si sceglieranno le varietà più antiche, di solito caratterizzate da una minore pezzatura ma da un gusto decisamente più “fragoloso”.

scopri la selezione di vasi per il verde verticale in terrazzo di Greenservice.it

slideminigarden3

Print Friendly

Luca Masotto By


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *