02 70103290
info@greenservice.it
christmas-cactus-277691_1920

GIARDINAGGIO

Schlumbergera: la guida per coltivare il Cactus di Natale

21 Nov , 2017  

La Schlumbergera è una pianta tropicale che non esiste in natura ma una varietà ibrida originata da due piante parentali uniche che crescono entrambe nelle foreste pluviali del Sud America, in particolare in Brasile. La pianta è riconoscibile per il suo gambo segmentato e le fioriture dai colori vivaci che compaiono alle loro estremità. I fiori sono in genere rossi, rosa, viola, gialli o bianchi e le fioriture possono verificarsi in momenti diversi durante l’anno ma soprattutto  apparire nel periodo vicino a Natale, ragione per cui viene anche chiamata Cactus di Natale

La guida per coltivare la Schlumbergera

1. Annaffiare

Come la maggior parte delle piante succulente richiede terreno umido per crescere; tuttavia, non ama stare adagiata in una pozza d’acqua. Il modo migliore per sapere quando ha bisogno di essere annaffiato è quello di controllare il terreno. Una volta che la parte superiore del terreno si sente secca al tatto, allora sarà il momento di innaffiarla di nuovo. Troppa acqua può causare macchie marroni o marciume radicale, mentre troppa poca può causare problemi con le fioriture.

2. Terreno e fertilizzante

Il Cactus di Natale richiede un terreno ben drenante, il che significa che una miscela di terriccio normale e corteccia fine funziona perfettamente. Si può anche usare sabbia o piccole pietre nella base del vaso per aiutare con il drenaggio. Per quanto riguarda il  fertilizzante dovrebbe essere alimentata ogni due settimane con un fertilizzante liquido diluito, ma  un mese prima della fioritura invernale (che in genere coincide con la fine del mese di ottobre) occorre interrompere la concimazione.

3. Suggerimenti per l’illuminazione

La Schlumbergera ama molto la luce solare ma preferisce la luce indiretta. La luce diretta del sole infatti può facilmente bruciare le foglie della pianta, quindi le finestre rivolte verso est o nord sono le migliori. É in grado di adattarsi alle condizioni di scarsa illuminazione, ma prospera in una luce luminosa e indiretta.

4. Requisiti di temperatura e umidità

É una pianta tropicale, quindi richiede una temperatura relativamente moderata e un’alta umidità nel suo ambiente. Crescono meglio a temperature comprese tra 18 e 23 gradi, che è la temperatura media della maggior parte delle case. Richiede il 50-60% di umidità, quindi se la tua casa ha un’aria più secca si dovrà ricreare  questo livello di umidità artificialmente.

5. Cambio del vaso e potatura

La Schlumbergera preferisce essere “confinata” in un vaso accogliente dove le radici sono quasi troppo grandi per le sue dimensioni. Questa mancanza di spazio per il sistema di radici produce effettivamente le migliori fioriture. Per questo che la pianta non avrà bisogno di essere rinvasata più di una volta ogni due o tre anni. Quando il trasferimento deve avvenire, non trasferiamo mai un Cactus di Natale mentre è in fiore. Il rinvaso in primavera o all’inizio dell’estate funziona meglio e permette alla pianta di stabilizzarsi.

La potatura della pianta dovrebbe avvenire circa un mese dopo il completamento del periodo di fioritura. Ciò incoraggerà la pianta a ramificarsi e a crescere dopo un breve periodo di riposo. Per potare un Cactus di Natale, basta ruotare lo stelo tra i segmenti sullo stelo e rimuovere la sezione. Si può  rimuovere fino a 1/3 del Cactus di Natale ogni anno senza causare danni alla pianta.

6. Per “incoraggiare” la fioritura

Per incoraggiare la formazione delle fioriture è necessario creare determinate condizioni per la pianta. La temperatura deve essere compresa tra 10 e 13 gradi ogni notte dalla fine di ottobre, cioè circa sei-otto settimane prima di Natale. La stanza deve essere completamente oscurata per 12-14 ore ogni notte.

I cactus di Natale non sono piante difficili da curare, e con un po’ di  cura si otterrà una deliziosa pianta in fiore durante le festività natalizie!

schlumbergera

Print Friendly

La redazione di Greenservice.it By


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *