02 70103290
info@greenservice.it
oak-3064187_1280

GIARDINAGGIO

La potatura: come mantenere sani arbusti e alberi

16 Gen , 2019  

I giardinieri spesso potano alberi e arbusti per controllare le dimensioni e la forma, ma si può fare di più che dettare la statura di una pianta. Regolare la potatura di manutenzione è anche un modo per mantenere le piante sane e produttive. Uno degli scopi è proteggere le piante legnose da parassiti e malattie, che possono entrare in una pianta attraverso legno morto, rami spezzati e ferite causate da rami che si sfregano. Mediante il taglio di punte, rami, rami e steli puoi anche incoraggiare la crescita che produce fiori e frutti abbondanti . Seguendo tre linee guida di base, sapendo cosa, dove e quando tagliare, le tue attività di potatura di alberi decidui e arbusti avranno successo.

Scopri tutti i prodotti da acquistare su Greenservice.it

Quando si potano alberi e arbusti occorre eseguire sempre un taglio ad angolo appena sopra e in pendenza lontano da una gemma vitale. Le gemme si trovano immediatamente sopra il punto in cui una foglia è attaccata a un ramo o, se la pianta è assopita e senza foglie, sopra la cicatrice fogliare (un segno lasciato su un ramo dove una volta era attaccata la foglia).
Fai attenzione a non tagliare troppo vicino al bocciolo. Ciò lo danneggerebbe, facendolo asciugare e morire. E non tagliare troppo lontano sopra un germoglio, perché il mozzicone che rimane alla fine morirà, marcirà e fornirà un possibile ingresso per la malattia.

Contrastare le malattie
Ispeziona regolarmente i tuoi alberi e arbusti per cercare rami secchi, spezzati e rami che si sfregano. Le ferite tali espongono superfici irregolari che richiedono più tempo per guarire rispetto ai tagli puliti, lasciando punti di ingresso privilegiati per parassiti e malattie. È meglio sfoltirli non appena li noti.
L’obbiettivo di potatura è sempre  lo stesso: rimuovere il problema. Per i rami che sono malati o morti, la migliore pratica è quella di fare un taglio nel legno vivo, sano (di solito evidente dalla presenza di boccioli vitali). Se non sei sicuro che un ramo sia vivo o morto, raschia delicatamente la corteccia per rivelare il colore dello strato di crescita sottostante. Il verde significa che è ancora vivo. Marrone significa che è ora di potare. 
Nel caso di un ramo spezzato è sufficiente eseguire un taglio netto o sull’area  in cui il ramo incontra un altro ramo o tronco, o sul germoglio più vicino.

Leggi anche: “La potatura dei piccoli frutti”

Incoraggiare  una nuova crescita
Il diradamento o la rimozione di interi rami è un’altra tecnica di potatura che consente di mantenere produttivi gli arbusti e di incoraggiare una nuova crescita. Innanzitutto, rimuovi gli steli vecchi che producono meno fiori e che sono cresciuti troppo. Ciò farà arrivare più luce nel centro della pianta. Poi rimuovere alcuni dei gambi più giovani in modo che gli steli rimanenti abbiano spazio per crescere. Il diradamento degli arbusti deve essere fatto regolarmente in modo che l’arbusto si rinnovi uniformemente nel tempo.

Potare gli alberi decidui
Rispondono meglio alla potatura prima di svegliarsi dalla dormienza, a fine inverno. La potatura in questo periodo dell’anno riduce al minimo i danni invernali e consente di vedere chiaramente la forma di un albero e identificare i gambi danneggiati dall’inverno. Due indicazioni di danno invernale sono la corteccia raggrinzita o scurita e i boccioli che rimangono senza vita mentre altri si gonfiano.

Articolo tradotto da: https://www.finegardening.com/

Scopri tutti i prodotti da acquistare su Greenservice.it

Print Friendly

La redazione di Greenservice.it By



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *